TUTORIAL: come mio “cuggino” ha comprato una canon 1dx e una nikon d5 più ottiche con 300 euro!!

canon 1dx e nikon d5 a 300 euro(il nero sono io, il rosso sei tu)

“mi ha detto mio cugino che da bambino una volta è morto”
“mi ha detto mio cugino che una volta si è schiattato con la moto, gli hanno tolto il casco e si è aperta la testa”
“mio cugino mi protegge, quando vengono a cercarmi, io chiamo a mio cugino”
“mi ha detto mio cugino che sa un colpo segreto, che se te lo da… dopo tre giorni muori”

queste alcune frasi celebri della mitica canzone di elio e le storie tese che ci ricorda che tutti noi da piccoli abbiamo avuto un supercugino che la sapeva più lunga di tutti.

è il caso di questo tutorial che potrai seguire per fare come mio cugino che con 300 euro si è accattato una canon 1dx e una nikon d5 più ottiche. wow! incredibile, ma come ha fatto?

alcune premesse:

  1. quella che sto per raccontarti è una storia vera! non inventata.
  2. l’autore di questa impresa non è mio cugino ma un mio amico.
  3. la nikon d5 e la canon 1dx in realtà erano una olympus em1 più il 12-40 pro f2.8 (cmq sempre 1800 cucuzze di listino, cambia poco il sistema è lo stesso)

altra premessa d’obbligo è che qui di seguito non troverai nessuna formula magica, nessun trucco che ti permetterà di ottenere tutto senza fare nulla, il procedimento è un metodo che richiede dedizione, applicazione, impegno e funziona! in alternativa stacca un bell’assegno di 6mila euro e comprati la canon e vai a rompere le palle altrove… come dicono i mericani “no pain no gain”, che significa che se non muovi il culo la fortuna non solo non ti viene a bussare alla porta ma è possibile anche che ti buchi le gomme della macchina.

la storia. il mio amico viene da me e mi chiede cosa gli consigliavo di comprare con il suo budget di SOLI 300 EURO… coi quali non ci compri ne la nikon, ne la canon ne l’olympus e nient’altro, il nuovo poi è da dimenticare… glielo dico, lui ribatte che gli piaceva la em1 e il 12-40 pro, gli ripeto che con 300€ non ci compra nemmeno la scatola, ma lui insiste, vuole sapere solo se la fotocamera è valida, al resto ci pensa lui… allora lo rassicuro sulla macchina, e gli dico che forse è meglio comprare ottiche fisse invece che lo zoom, ma lui duro insiste sullo zoom e mi promette di aggiornarmi… accennadomi le sue intenzioni, gli ricordo solo che l’importante è priviliggiare le ottiche ai corpi macchina.

il metodo in breve. il metodo ovviamente non prevede di andare al megastore o sul sito ufficiale a comprare la em1… ma prevede tutta una serie di compravendite di oggetti usati cercando di speculare anche un pò, in ogni passaggio, fino ad avere in mano il budget neccessario. il campo di battaglia è ebay(sito di aste) e subito/kijiji (siti di annunci gratuiti), sono da evitare i mercatini online dei vari siti di fotografia… li la gente è troppo cara, conosce quello che vende e quello che compra e fare affari è difficile. il primo trucco (termine che va preso con le molle) è quello di comprare al prezzo più basso possibile e rivendere ad un prezzo più alto, considerando sempre i margini. in pratica è venuto da me per la prima volta con una gf1 panasonic mirrorless con un 14mm 2.5 pagata 120 euro, quindi in quel momento il suo suo stato è cambiato:

budget da 300 euro a 180euro + fotocamera gf1 e ottica pagati 120 euro, ma la sola ottica usata aveva un valore potenziale di 170 euro (i prezzi sono dell’epoca)

quindi fotografando nel frattempo con quella fotocamera. ma non era una grande fotocamera come ha fatto? ha fatto come doveva fare, cioè seguendo i miei consigli e pensando a fare belle foto e non ad avere belle fotocamere. dopo poco tempo ritorna con un altra ottica acquistata sempre su ebay a circa 135 euro, un 20mm 1.7 panaleica (poi ti spiego come faceva a prenderli a così pochi soldi) quindi ha venduto a 160 euro spese di spedizione escluse il 14mm e si è tenuto la fotocamera, il suo nuovo stato dunque era diventato:

budget da 180 euro a 205 + fotocamera e ottica 20mm 1.7 che valeva usato sui 220 euro

ora ti accorcio la situazione,purtroppo tutti i passaggi non me li ricordo, ma in pratica con questo procedimento dopo numerosi passaggi ha cambiato diverse ottiche, rivendute e anche diversi corpi macchina, e circa 6/7 mesi di tempo per portarlo a compimento è riuscito ad arrivare ad un budget dopo aver venduto tutto di circa 1200 euro, con i quali si è aggiudicato un usato di una em1 con il suo bel 12-40 pro f2.8 come nuova….con mio enorme stupore, la compra e me la porta a vedere, con mia enorme soddisfazione però dopo un paio di mesi, mi confida che le foto più belle però le aveva fatte con la em5 e il 20mm panaleica… oggi il 12-40 l”ha venduto e si è ripreso il 20mm.

detta così può sembrare una favola, oppure il mio amico è l’uomo più culuto del mondo… non è così! la fortuna non c’entra, ma c’è del metodo… qui non si parla di comprare a 300 euro e sperare di rivendere a 310… ma di fare una serie di colpacci, e cioè comprare una cosa che si sa che vale almeno 200 euro, ma non pagarla più di cento, considerando anche il tempo di rivendita ed eventuali deprezzamenti.ma come si fanno? le vie sono molteplici, abbinabili, alternabili e sovrapponibili…

una sola certezza, vendere su siti di annunci gratuiti, perchè? perchè se vendi una sola volta e basta ok, le eventuali spese sono accettabili, ma se devi fare molte compravendite finisci che pagando annunci e commissioni a destra e manca lasci per strada anche centinaia di euro. anche paypal è da evitare, a parte che è una gran fregatura, ma soprattutto perchè costa.

il primo passo che ha eseguito era quello di monitorare le aste su ebay…privileggiando le aste che partivano da pochi euro, ovviamente perchè sono quelle che se scelte bene e si è fortunati permettono i grandi affari.i “compralo subito” quindi sono da scartare. discorso diverso invece è per quelli che prevedono la “proposta d’acquisto”. fargli una proposta scandalosa non costa nulla, se accetta tanto di guadagnato.

il secondo trucco è quello di puntare alle aste che scadono in orari del cazzo in mezzo alla settimana. cioè? è risaputo, tu ovviamente fai eccezione, che su ebay le aste hanno tanto più successo se la loro scadenza cade nel fine settimana e nelle ore che vanno dalle 8 alle 11 di sera…perchè? perchè a quell’ora c’è molta più gente online, più gente equivale a più concorrenza, la concorrenza è da evitare. quindi ottime le aste che scadono alle 10 di mattina piuttosto che alle 3 del pomeriggio nei giorni feriali…

il terzo trucco sono le aste sbagliate.ebay è pieno di gente che scrive gli annunci alla cazzo di cane… sbagliano categorie, o scrivono male il nome, questo implica che nel 90% delle ricerche le loro aste non escano nei risultati e quindi è alta la possibilità che vada deserta, se poi cade pure in ora del cazzo ancora meglio…si ma io come faccio a trovarla? esempio, l’olympus em1 in realtà all’anagrafe l’hanno iscritta col nome di olympus om-d e-m1. il che significa che se scrivi tutto correttamente nella ricerca avrai certi risultati, molti scrivono solo em1, e facendo una ricerca del genere avrai altri risultati, e basta giocare con la ricerca e togli trattino, metti spazio, metti tutto attaccato, digita solo la “e” senza “m1” e il gioco è fatto, le possibilità di beccare un asta sbagliata aumentano a dismisura. è così che ha comprato la maggior parte del suo materiale.

il quarto trucco è non fissarsi solo sulle cose che ti servono, ad esempio tra i tanti passaggi ha comprato varie reflex e ottiche dei sistemi più vari solo se intravedeva la possibilità di rivendita e di guadagno.

il quinto trucco è il sistema morto, non tutti sanno che fotocamere analogiche hanno lo stesso innesto ottiche e compatibilità delle reflex digitali, infatti spaziando su ebay si trovano molte fotocamere analogiche canon, pentax e minolta le cui ottiche sono rispettivamente compatibili con le reflex digitali canon, pentax e sony (che nel frattempo sono morte sostituite dalla slt che pare siano morte pure loro) questo permette di sfruttare quelle aste che suonano così: “fotocamere analogica minolta”, nella categoria “fotocamere analogiche” dove pochi vanno a guardare, e nelle quali si trovano dei tesori, infatti come non lo sai tu, neanche molte persone che posseggono certa roba sanno che valore abbia, è capitato così che in un asta dove apparentemente si vendeva una pidocchiosissima minolta 8000i c’era compreso un 28-80 f3.5/5.6 ma soprattutto il mitico minolta af 100mm f2, una delle ottiche migliori della storia della fotografia, erede del rokkor mf omonimo che anche leica e canon copiarono “paro paro”, dal valore (all’epoca) tra i 400-600 euro… lui lo ha rivenduto a 450, ma pagò il tutto 55 euro!!! nel kit c’era anche un flash rivenduto a 50 euro e poco male se la 8000i non l’ha rivenduta..
altra botta di culo con le ottiche vintage, anche qui con lo stesso metodo prese un kit olympus om con 3 ottiche per 100 euro e rivendute tutte tra gli 80 e 150 euro l’una… ottiche che si possono usare con adattatore e vanno benissimo sulle ML.

il sesto trucco è il materiale difettato.qui altra botta di culo, lui perito elettrotecnico dopo doverose e scrupolose domande indagatrici ha rischiato 65 euro per comprare una olympus em5 difettata, che era caduta a terra e aveva problemi di accensione, rischiò, ma soli 65 euro, per scoprire che da solo era capace di ripararla, ma l’acquirente svizzero era spaventato dal preventivo salato di un riparatore. la macchina dopo il suo intervento (la batteria aveva piegato i contatti) funzionava benissimo e l’ha tenuta fino alla fine sostituendo la panasonic gf1 che nel frattempo era diventata una g3, poi g5… stessa cosa fece con un ottica hasselblad (non ricordo il difetto, forse un fungo) che gli bastò togliere e pulire una lente per rivenderla come usato in buono stato e ricavandoci anche un utile di un centinaio di euro.

l’ottavo trucco è le aste non internazionali. su ebay italia appaiono le aste estere solo se spunti l’apposita voce, e solo se l’autore dell’asta specifica la spedizione internazionale, quindi non è detto che un tizio della lituania non spedisca in italia se non lo si vede, magari ha semplicemente sbagliato a non indicare la spedizione internazionale, e se lo chiedi la accetta!. e come faccio a saperlo? basta navigare anonimo per evitare i cookies e andare direttamente a fare la ricerca (le ricerche vedi sopra) direttamente su ebay lituania,(in italia è ebay.it basta cambiare l’estenzione finale con quella del paese scelto) se trovi quello che cerchi copia il link e con la navigazione normale mettila nei preferiti, e aspetta. in paesi come la polonia si fanno affari d’oro!

il nono trucco è la pazienza! questa può sembrare una cazzata ma non lo è, è facile che le aste scatenino in te la febbre del gioco e ti faccia fregare andando a rischiare una fetta troppo alta del tuo budget, è facile sopravvalutare le vendite tipo lo pago a 210, tanto lo rivendo a 230 sicuro e ci guadagno 30, ecco, a parte che ci guadagni 20 e cmq rischiare 200 euro per guadagnarne 20 è un idiozia, compra solo se è un grande affare, non avere fretta lascia passare gli affari che non sono grandi colpacci, metterci un mese in più senza buttare soldi è meglio di fare azzardi tipo prodotti difettati senza sapere qual’è il difetto. valuta le perdite, il mio amico ha 2 o 3 corpi analogici di cui non se ne fa nulla.. ma non gli sono costati nulla, perchè si è rifatto sulle ottiche a corredo che erano rivendibili. lascia perdere roba che non si rivende, se trovi una nikon f4s a rullino a 5 euro, è vero che è un affarone, e che è rivendibile anche a 100-200 euro, ma chi cazzo se la compra? non c’è domanda su certi oggetti… non sputtanarti il budget subito… tra un grande affare di un prodotto che ti piace poco e nel quale rischi 100 euro, e un asta di 400 euro per un prodotto che ritieni più figo ma ha meno margine….SCEGLI IL PRIMO! non sempre le cose vanno bene, diverse cose il mio amico si è rivenduto a un prezzo più basso di quanto sperava, ma quando ha perso, ha sempre limitato le perdite, nell’ordine di qualche decina di euro.. prendere rischi di 400-500 euro è un azzardo da banchiere, ma i banchieri hanno il culo coperto perchè sono protetti dalla massoneria e dai governi… sei massone? sei governo? no! e allora stai coi piedi per terra! il processo deve essere lento e inoserabile… se leggi questo articolo è perchè hai le pezze al culo… quindi non puoi permetterti azzardi economici, altrimenti stacca un assegno di 10mila euro e comparti quello che vuoi…

decimo trucco è fare il ragioniere, nulla va lasciato all’improvvisazione, il mio amico si era creato un file excel stile bilancio personale, dove annotava tutti gli acquisti con prezzi e rivendite aggiornandoli quotidianamente, lo scopo è quello di non perdere mai di vista il vero valore degli oggetti e non farsi fregare dalla frenesia di vendere offrendo sconti troppo vantaggiosi per l’acquirente e svantaggiosi per te…

undicesimo trucco il sapere è potere. tutti i trucchi precedenti partono da un presupposto, devi avere una conoscenza del mercato, devi sapere per ogni prodotto che cerchi quanto vale nel mercato dell’usato, e lo fai monitorando molte aste non una. esempio, ti piace il canon 70-200 f2.8, e trovi un asta dal prezzo appetibile, prima di fare offerte vai a caccia di tantissime aste del 70-200 e vedi a quanto arrivano e se lo aggiudicano… solo quanto sei sicuro del suo valore, e dopo che hai constatato che c’è richiesta per questo oggetto, solo allora inserisci questo articolo nelle tue prede… se non sai cosa compri, non sai quanto vale veramente e non sai se è rivendibile… LASCIA PERDERE!

il dodicesimo trucco è l’ovvio! non essere tu il nemico di te stesso,non fare offerte il lunedì quando l’asta scade il sabato… non fare offerte prima di 5-10 secondi della scadenza, imposta il tuo prezzo a priori giorni prima e tieni in considerazione tutto, anche le spese di spedizione le conversioni di valuta e non dimenticarti del tuo margine, se non è un colpaccio lascia stare tanto lo ribecchi!

poi ci sono variabili, nessuno ti vieta di controllare i mercatini e i siti di annunci gratuiti online, basta che fai lo zingaro e tiri il prezzo come se non fosse un domani… probabile ti odieranno, ma se ti riesce il colpaccio chi se ne frega!

si ma la nikon d5 costa 6mila euri come faccio? ci vuole più tempo… ma il metodo è lo stesso, nessuno ti corre dietro, puoi anche aumentare il budget di partenza… puoi anzicchè puntare la d5 virare sulla d4s che costa meno, la d3s che costa ancora meno ed è cmq fenomenale, puoi anche copmprarti una normale d90 e spendi un pò per qualche ottica di pregio che tanto con le tue foto di merda avere una d5 in mano non ti serve a niente… puoi fare tutto quello che vuoi, ma se le tue foto fanno schifo, non è colpa della fotocamera… oggi il livello qualitativo delle fotocamere è molto alto, si possono fare foto stupende con fotocamere da 4 soldi… se non fai foto stupende devi lavorare su te stesso e qualsiasi cifra spendi sulle fotocamere…SONO SOLDI BUTTATI!

biografia del mio amico:

era un impiegato, sposato con due figli, poi l’azienda fallì e si trovò con le pezze al culo, nel tentativo di monetizzare qualcosa, ha cominciato a vendere su ebay oggetti personali per dare da mangiare ai suoi figli. non trovando lavoro, e intravvedendo possibilità di guadagno oggi svolge questa attività a tempo pieno. non solo in fotografia, ma anche in altri settori a lui congeniali e di cui conosce molti segreti.
lavora 3-4 ore al giorno, passa molto tempo in famiglia, e si guadagna un onesto gruzzoletto mensile…
tempo fa gli avevo parlato di una possibilità di lavoro per conto di amici… mi ha mandato a fanculo! a me e allo stato italiano!

PS: io ci sono andato… ma lo stato italiano non è venuto…quell’infame!