Konost Full Frame. Una Leica che non è una Leica.

se usi la Konost le foto sono più allegre. (si evince dal sorriso della tipa)
se usi la Konost le foto sono più allegre. (si evince dal sorriso della tipa)

questa è la notizia (copiata da altro sito più figo del mio, rigorosamente e pigramente tradotta con chrome):


Konost full-frame digital rangefinder in the pipeline for 2016

Una startup americana promette di portare una fotocamera digitale a telemetro full-frame di mercato per l’inizio del 2016. Il Konost FF sarà un corpo macchina fotografica 20MP metallo M-mount dotato di un “LCD a 4. La società ha detto che il sistema a telemetro funziona non con specchi e prismi, come la maggior parte dei telemetri fanno, ma con sensori gemelli immagini che si sovrappongono le loro immagini per produrre lo stesso effetto doppia immagine nel mirino.

Mentre i dettagli sono limitati, al momento, Konost ha dichiarato che utilizzerà il sensore CMV20000 belga CMOSIS, che offre 5120×3840 pixel (~ 20MP) risoluzione da fotodiodi con un pixel pitch di 6,4 micron. Il sensore ha un frame rate di 30 fps, così sarà adatto per il video, e ha una gamma dinamica di circa 11 fermate, e una gamma dinamica estesa di 15 fermate.

Un prototipo che spara solo i file Raw è in fase di sperimentazione in questo momento, ma la produzione Konost FF è promesso con le impostazioni RAW e JPEG.

L’azienda ha pubblicato un grafico che mostra intende proporre un modello di APS-C, il Konost AP, al mercato a circa lo stesso tempo come la FF, ed un Konost Junior, con un “di tipo sensore 1 10.8MP entro la fine dell’anno . La Junior avrà un f 2 obiettivo fisso 35mm / davanti ad un sensore CMOS 13.5×9.2mm.

Konost deve ancora rilasciare informazioni sui prezzi, ma dice che vuole essere ‘competitivi’ in modo che la fotocamera sarà ‘accessibili’. Per maggiori informazioni visita il sito web Konost .

 

foto prese da internet
foto prese da internet

Questo è il loro sito internet:

http://konost.com/

 

2 bottoni... 2 sedie, in Leica ci sanno fare! ops volevo scrivere Konost!
2 bottoni… 2 sedie, in Leica ci sanno fare! ops volevo scrivere Konost!

e questo è un video di presentazione:

https://www.youtube.com/watch?v=U7xCskVNOZQ

 

con la Konost si diventa fighi!!
con la Konost si diventa fighi!! almeno lui (bob) ne pare convinto!

Allora…mhmmmm vediamo un po’…
Di cose da dire ne avrei diverse che partono tutte da diverse posizioni con diversi arrivi che manco il Grand Central Terminal di NY…

ma ci provo.

Allora, il video è figo, le mirrorless mi piacciono e le uso con soddisfazione, e non sono per niente prevenuto verso di esse (strano perché prevenuto è il mio secondo nome). Mi sembra un bell’oggetto, e rimango affascinato da 3 cose:

1.       Estetica semplice e pulita.

2.       Come sottolineato anche sul sito, solo 3 comandi principali e pochi fronzoli.

3.       FF, baionetta Leica, e udite udite!…mirino elettronico!

ops! mi sono confuso....lapsus estetico ci fu!
ops! mi sono confuso….lapsus estetico ci fu!

Il primo pensiero è subito positivo, e penso tra me e me finalmente qualcuno adesso farà il “culen” alla Leica.

Non che io ce l’abbia con la Leica, figuriamoci, il cane non me l’hanno ammazzato loro, e non sono nemmeno responsabili delle mie corna… facciano la loro vita tranquilla come io faccio la mia.

Qui è doveroso un tuffo nel passato, sarà breve, per cui rimani pure in apnea senza andare a prendere le pinne, la maschera e la bombola… (lo scrivo in corsivo così se ti scoccia leggere puoi saltarlo…ma poi non capirai niente fidati)

 

Anni fa provai a comprare usata una leica… usavo prevalentemente il medio Formato e per il 35mm possedevo una Minolta 800 si, tutta tempestata di mega zoom,prese verticali e funzioni varie che si e no ne avrò usate 3 o 4, cercavo visto la decisione di diventare un fotoreporter coi “controcassi” di equipaggiarmi con la fotocamera d’eccellenza dei fotoreporter …la Leica! Ottiche piccole fisse e compatte. Non mi importava il modello, bastava fosse una Leica… più che altro per le ottiche, venivo da Hasselblad e non potevo che pretendere il meglio. All’epoca era squattrinato, e l’Hassy mi aveva spolpato per bene, per cui faccio un paio di conti…fascino stile quello che vuoi, ma non ci stavo dentro. Per cui viro su una contax g. anche qui i prezzi non erano per niente incoraggianti, ho fortunatamente un collega amico che me la fa provare, sperando di vendermela e me la da in prova per una settimana, mi faccio altri due conti e valuto, l’af all’epoca era uno scherzo della natura, il telemetro non era meglio dello specchio, rimanevano però 2 grandi vantaggi rispetto alla Minolta, dimensioni compatte, e grandi ottiche, rispetto a Leica avevo anche l’esposimetro…ma il prezzo…vabbè viro ancora, ma su Voigtlander, anche qui non era proprio in saldo, ma cmq ci potevo stare, solo che a quel prezzo mi beccavo tutti i difetti degli altri, senza nessun vantaggio… a sto punto i fissi Minolta non sono male, mi vendo gli zoom e compro i fissi, quindi deciso! Olympus omd1 usata, con trittico di fissi, compatti luminosi di qualità, tutti con lo stesso comportamento cromatico, stesso diametro filtri, e tutto quello che avevano gli altri…

 

 

Questa storia strappa lacrime l’ho messa perché: aldilà del vorrei ma non posso, secondo me la Leica è sempre costata un po’ troppo. Un “troppo” che poteva avere giustificazioni ai tempi della pellicola quando aveva comunque qualcosa in più da offrire rispetto ad altri, e i suoi prodotti quando non erano migliori erano sicuramente diversi, dove il diverso non era un handicap, ma semplicemente un altra cosa. Le sue ottiche erano un esclusiva, era sottile, leggera e silenziosa. Altri avevano di più, però era comunque una fotocamera esclusiva, e quel “telemetro” con il quale non mi ci sono trovato proprio, era lo scotto da pagare per avere quelle caratteristiche esclusive che solo Leica aveva.

Oggi no!

Ma dico io come si può nel 3027 ancora proporre il telemetro???

Lo so già ti conosco tu oltranzista tifoso del marchio Leica: cosa? Il telemetro? L’arte, la poesia, lo stile, il fascino, la storia, pre visualizzare la foto prima dello scatto… amico bello! Rilassati! Ti piace Leica? Ok! Hai comprato 6mila euro di fotocamera quando sony ne ha una che fa le stesse cose, meglio, con le stesse ottiche solo per fare lo sborone e far vedere che c’hai i soldi?ok! per darti un tono snob del tipo: “ah hai la giapponese? Io solo Leica! Il telemetro? L’arte, la poesia, lo stile, il fascino, la storia, la pre visualizzare la foto prima dello scatto…” mi sta bene tutto ma dopo aver visto lo schermo della Fuji x100t….NON HA SENSO il telemetro su una Leica da 6 mila euro! Perché pagare di più per una cosa che è un limite quando in giro pagando di meno posso avere di più? Alla fine avere un “potenza di fuoco” incredibile con ottiche dalla risolvenza eccezionale, un sensore fantastico, quanto è utile se poi usare un attrezzo diventa un incubo, o quanto meno un operazione che altrove  A UN PREZZO PIU’ BASSO, fai meglio e prima?

Oggi i mirini elettronici di ultima generazione (Olympus em1-Fuji x100t-Fuji xt1-Sony a7) sono addirittura meglio di tanti mirini ottici di reflex, e state ancora a fare i nostalgici?? Ok! Fatelo ma non venite a dirci che è meglio perché “a ca nisciun è fess”. conta quello che si ha in mano, e io con 2 mila euro posso comprare una Sony a7 che offre le stesse possibilità (le ottiche M) che oggi non sono più esclusiva della Leica, e il resto… il resto non è per niente inferiore, più piccola, altrettanto robusta, le batterie ci sono su entrambe e si scaricano entrambe, i sensori Sony non hanno nulla da invidiare a nessuno, tu paghi 6 mila euro e devi “previsualizzare” io ho un mirino e un display eccezionale con 2 mila… contento tu!
Che poi sia chiaro che io non uso nemmeno Sony, perchè i soldi non li butto e preferisco “corpi migliori” a metà del prezzo.

Quindi tornando a questa Konost, tutto sembra perfetto! Elementare semplice lineare, solo fotografia, “minimal” per strizzare l’occhio ai vecchi bacucchi come me, una start-up quindi la mia battaglia contro le multinazionali viene anche appagata, mi guardo anche le specifiche dei vari modelli e….

E comincio a vedere alcune cose…

Guardo le specifiche della FF e noto:

1.       estetica della Leica T (strano, il plagio è lecito?)

2.       stessi materiali di costruzione.

3.       Una certa “somiglianza” sospetta tra certe caratteristiche di certi sensori di vecchi modelli leica e componenti fuori produzione

 

del maiale non si butta via mai niente!

Da qui un mio pensiero profondo….

A Leica!! Ce stai a prende per culen??

Se come spero, non sia tutta una presa in giro, e dietro questa Konost non ci sia Leica che prova a fare un test di marketing, piuttosto che rifilarci vecchi componenti ormai in disuso, potrebbero essere davvero dei ragazzi che “assemblando” in giro il meglio di quello che trovano, ci propongono un oggetto funzionale, a basso costo, facile da usare e di qualità, allora chepeau alla Konost!

qui hanno cercato di depistarmi mettendo un ottica Zeiss
qui hanno cercato di depistarmi mettendo un ottica Zeiss

Sono scettico, in questa eventualità, come possano gestire con pochi mezzi la parte software della fotocamera visto che Leica con tutto il peso economico che ha, non riesce a fare proprio tutto( difficoltà con gli ultra wild M), in tal caso..o sono geni loro e fessi quelli di Leica, oppure sono fesso io che sono scettico quasi sempre e vado a fidarmi quando non devo!

 

Aspettiamo sto 2016 e vedremo…speriamo di arrivarci!